Angolo P. Walter

                                                                                                                                      Primavera 2011.
Carissimi Ascolatori e Ascoltatrici.
Di strada ne abbiamo fatta tanta assieme. A pensare che ormai la nostra "radiolina" di Radio Maria compie quasi 20 anni, non sembra nemmeno verosimile. Eppure nel lontano 1992, Radio Maria atterrava a New York. Avevamo incominciato in tre (Attilio Carbone e Pino Mittiga) con attrezzature rudimentali nello sgabuzzino dell'ACIM a 352 W 44th Street e il 'basement' di Attilio, con una frequeza piccolissima della WVOX... eppure era un seme gettato dalla stessa Madonna, perche' e' cresciuto a divenire un grande albero. Quando poi all'estate arrivarono i tecnici dall'Italia, allora si che Radio Maria prese piede in tutta la citta'. Non riuscivo a dormire quella sera in cui riuscimmo ad accalappiare il raggio del satellite che ci portava tutti i programmi di Radio Maria. In cima al tetto di 352 W 44 St, in una afa infernale, ho sentito la voce di P. Livio. Mi sono messo a piangere dalla gioia; eravamo collegati!
    Dopo quel giorno i primi volontari e le prime donazioni. Non ci si credeva ancora a Radio Maria e noi andavamo in giro per le case con le radio in mano per fare ascoltare alla gente che era proprio P. Livio dall'Italia!
   Certo non furono tutte rose e viole, ma in 20 anni non abbiamo ancora mancato un pagamento. Vennero altri direttori, P. Mariano, P. Fugolo e poi la Madonna mi ha chiamato ancora a NY; pero' non sapevo che lei aveva in mente un progetto ancora piu' grande: Lei gia' pensava ai nostri figli, alla Radio Maria in Inglese. Ed ora ci troviamo in mano questo grande progetto, che vale non solo per i nostri figli ma anche per tutti gli americani.
    Cari Italiani, Cristoforo Colombo ha scoperto l'America e il suo scopo principale era quello di portare la fede in queste terre ancora pagane; ora tocca a noi a portare Radio Maria in tutte le case d'america. Ci riusciremo con il Suo aiuto! Il Console Generale, Francesco Maria Talo' alla nostra festa di GALA ha detto: "Radio Maria e' un altro contributo del popolo Italiano alla nazione Americana!" Ha proprio ragione! La Madonna ha affidato a noi questa grande missione e noi la compiremo, silenziosamente, umilmente ma senza mai fermarci.
    VI chiedo di essere Missionari della Madonna. Prima di tutto pregate per questo progetto; secondo parlatene ai vosri figli ed invitateli ad ascoltare Radio Maria nella loro lingua, l'Inglese; terzo aiutateci anche finanziariamente, perche' voi gia' sapete che la radio costa molto, soprattutto in New York. Ma se siamo in molto, come lo siamo stati per la Radio Maria Italiana, allora non pesera' troppo sulle nostre spalle.
    L'America ha bisogno di Radio Maria, perche' sta soffrendo una CRISI SPIRITUALE spaventosa! La crisi economica e' solo una piccola conseguenza della crisi di Valori Spirituali che sta passando la nostra nazione. L'altro giorno una brava ragazza mi disse: "Padre, dammi una sola buona ragione per continuare a vivere. Ho tutto, lavoro, soldi, findanzato e buoni genitori, ma questa vita non mi piace piu'! Perche' devo continuare a vivere?"
     Solo la Madonna, come buona Madre, puo' rimettere il cuore e l'anima in pace degli Americani. La Radio Maria e' il suo veicolo. Aiutiamo la Madonna ad aiutare e salvare la nostra nazione.
    Vi ringrazio e vi benedico.
P. Walter